22 Marzo

HEALTHCARE

Prezzo e rimborso delle specialità medicinali: online gli ulteriori chiarimenti di Aifa sulle quote di spettanza

22/03/2021

Aifa ha pubblicato sul proprio sito web (aifa.gov.it) ulteriori chiarimenti circa la corretta applicazione delle quote di spettanza in canali diversi dal canale assistenza farmaceutica convenzionata, facendo seguito al comunicato pubblicato in data 19 gennaio 2021 (sul punto, si veda la notizia del 25 gennaio 2021, “Prezzo e rimborso delle specialità medicinali: i chiarimenti di Aifa sulle quote di spettanza”, disponibile al link https://www.studiolegaleastolfi.it/in-primo-piano/it_614_prezzo-e-rimborso-delle-specialit-medicinali-i-chiarimenti-di-aifa-sulle-quote-di-spettanza), che si riferiva ai prezzi al pubblico e ai prezzi ex factory all’interno dei provvedimenti Aifa di P&R.

L’Agenzia specifica ulteriormente che, nei diversi casi in cui è prevista l’applicazione del margine di spettanza del 58,65%, questo deve intendersi riferibile al solo canale dell’assistenza farmaceutica convenzionata, mentre in tutti i casi in cui un acquisto si realizza in canali diversi da quest’ultimo, si applica il margine del 66,65% per l’identificazione del prezzo ex factory, in considerazione di quanto affermato dal Consiglio di Stato con le sentenze nn. 6724/2020 e 7533/2020, per cui “l’art. 13, comma 1, lett. b), del d.l. n. 39/2009, potrebbe trovare fondato motivo di applicazione solo in caso di […] medicinali che vengono dispensati ai pazienti attraverso le farmacie aperte al pubblico, nel canale della c.d. spesa “farmaceutica convenzionata”, in quanto solo in tale ambito i soggetti intermedi e finali della filiera vengono effettivamente coinvolti nella distribuzione del farmaco agli assistiti del S.S.N. e possono concretamente influire sulle dinamiche di mercato, acquisendo titolo all’ulteriore margine dell’8% loro riservato dalla citata disposizione di legge”.