28 Luglio

HEALTHCARE

Telemedicina: la Commissione salute della Conferenza Regioni e Province autonome ha elaborato le regole per la televisita

28/07/2020

La Commissione salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha elaborato il documento "Erogazione delle prestazioni di specialistica ambulatoriale a distanza", allo scopo di regolamentare tali prestazioni nelle Regioni e nelle Provincie Autonome di Trento e di Bolzano.

In particolare, il documento individua le condizioni per l'attivazione e gli elementi necessari della televisita (che si svolgerà in modalità di videochiamata, tramite computer, tablet o smatphone), nonché le regole alla stessa applicabili, in materia di:

  • sistema tariffario, classificazione, rilevazione, rendicontazione, ai quali è estendibile il quadro normativo nazionale e regionale applicabile alle prestazioni ambulatoriali erogate in modalità tradizionale;
  • adesione informata del paziente, che deve essere preceduta da una adeguata e puntuale informativa, in linea con quanto previsto dalla normativa vigente;
  • responsabilità professionale del medico, sul quale grava altresì la responsabilità della valutazione, al termine di una prestazione erogata a distanza, sul grado di raggiungimento degli obiettivi perseguiti con la prestazione, con il conseguente obbligo, in caso di mancato ottenimento dei risultati, della riprogrammazione della prestazione in presenza;
  • comunicazione dell’esito della televisita, che avviene in modalità telematica.

Infine, il documento stabilisce gli standard previsti per gli strumenti di supporto, rispettivamente, per il medico e per il paziente, che dovrà essere posto in condizione di avvalersi degli strumenti informatici necessari alla televisita. A tal fine, la Commissione salute prevede la possibilità di valutare, eventualmente, opportuni accordi sulla base dei quali sia consentito al paziente di usufruire di postazioni dedicate messe a disposizione da enti o farmacie prossimi al domicilio dello stesso.

Il documento elaborato dalla Commissione salute dovrà ora essere sottoposto all'esame della Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome, che potrebbe, tuttavia, subire un rinvio, in seguito alla richiesta della Fnomceo di convocare il tavolo di confronto permanente istituito tra la Federazione e la Conferenza delle Regioni per confrontarsi sulle tematiche di maggiore rilevanza nel settore sanitario.