08 Aprile

HEALTHCARE

COVID-19: con il D.L. in materia di istruzione il Governo interviene anche sulla disciplina in tema di svolgimento di esami di stato di abilitazione all’esercizio delle professioni di odontoiatra, farmacista, veterinario, tecnologo alimentare

08/04/2020

Con il Decreto legge in materia di istruzione adottato il 6 aprile scorso, per far fronte alla situazione eccezionale dettata dall'epidemia da COVID-19, il Governo ha, tra l'altro, stabilito che, qualora si renda necessario a fronte del protrarsi dello stato di emergenza, con uno o più decreti del Ministro dell’università e della ricerca, potranno essere definite, anche in deroga alle vigenti disposizioni normative e in ogni caso nel rispetto delle disposizioni del decreto legislativo 6 novembre 2007, n. 206 volte ad assicurare il riconoscimento delle qualifiche professionali, l’organizzazione e le modalità della prima e della seconda sessione dell’anno 2020 degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio delle professioni regolamentate, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328. Il decreto, in particolare, si riferisce, tra le altre, alle  professioni di odontoiatra, farmacista, veterinario e tecnologo alimentare e precisa che con tali provvedimenti  sarà possibile altresì individuare modalità di svolgimento diverse da quelle ordinarie, ivi comprese modalità a distanza, per le attività pratiche o di tirocinio previste per l’abilitazione all’esercizio delle predette  professioni, nonché per quelle previste nell’ambito dei vigenti ordinamenti didattici dei corsi di studio, ovvero successive al conseguimento del titolo di studio, anche laddove finalizzate al conseguimento dell’abilitazione professionale. Non è, infine, esclusa anche la possibile organizzazione di sessioni uniche di esame.