24 Giugno

BANCARIO E INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA

Gravano anche sui componenti del Collegio sindacale Le sanzioni Consob per violazione delle disposizioni in tema intermediazione finanziaria

24/06/2019

Le sanzioni amministrative per violazione delle disposizioni in tema di intermediazione finanziaria gravano anche sui componenti del collegio sindacale. La complessità della struttura organizzativa dell’intermediario non comporta, infatti, l’esclusione o l’affievolimento del potere-dovere di controllo riconducibile a ciascuno dei componenti del collegio che, in caso di accertata carenza delle procedure aziendali predisposte per la prestazione del servizio di negoziazione, sono sanzionabili a titolo di concorso omissivo “quoad functione”, gravando sui sindaci, da un lato, l’obbligo di vigilanza, in funzione non solo della salvaguardia degli interessi degli azionisti nei confronti degli atti di abuso di gestione da parte degli amministratori, ma anche del controllo del corretto operato dell’intermediario, secondo dettati della normativa Consob a garanzia degli investitori e, dall’altro, l’obbligo di denuncia immediata a Banca d’Italia e Consob delle violazioni in tema di intermediazione mobiliare. In tal senso la Corte di Cassazione, Sez. III civ. con Ordinanza n. 4723 del 19/2/19