08 Aprile

HEALTHCARE

Le nuove disposizioni in materia di pubblicità sanitaria e le critiche dell’AGCM

08/04/2019

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, in esito alla riunione del 12 marzo scorso, si è nuovamente espressa  in merito alle criticità concorrenziali e di tutela del consumatore derivanti dalle previsioni contenute nella legge di Bilancio per l’anno 2019 (l. 145/2018).

Secondo l’Autorità, detta legge (art. 1, co. 525) reintrodurrebbe ingiustificate limitazioni all’utilizzo della pubblicità nel settore delle professioni sanitarie, rimosse dai precedenti interventi di liberalizzazione, laddove prevede che tali comunicazioni debbano essere “funzionali a garantire la sicurezza dei trattamenti sanitari” e non debbano contenere “alcun elemento di carattere promozionale o suggestivo”.

Tali prescrizioni introdurrebbero un parametro di valutazione delle comunicazioni talmente vago e indeterminato da generare incertezza circa la legittimità della comunicazione stessa,  che potrebbe addirittura essere utilizzato strumentalmente da parte degli ordini professionali per reintrodurre restrizioni alla concorrenza anche in violazione della legge (l. 248/2006, cd. riforma Bersani);

Di conseguenza, l’AGCM ritiene che tali limitazioni non risultino né necessarie, né proporzionate all’interesse generale di tutelare la sicurezza del consumatore, comprimendo ingiustificatamente la libertà dei professionisti di pubblicizzare la propria attività economica e ostacolando la possibilità per i consumatori di effettuare scelte maggiormente consapevoli.

L’Autorità contesta, altresì, la disposizione della legge di Bilancio (co. 536) che attribuisce in capo all’Agcom la competenza a vigilare sul rispetto dell’informativa sanitaria: tale previsione potrebbe, infatti, essere suscettibile di determinare una commistione confliggente di competenze tra l’Agcom e l’AGCM stessa, in violazione della competenza generale di quest’ultima di vigilare sul rispetto delle disposizioni previste dal d.lgs. 205/2006 (cd Codice del Consumo).

Il testo delle osservazioni dell’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato è reperibile sul bollettino dell’AGCM n. 13 dell’1 aprile 2019 (disponibile sul sito web www.agcm.it)