La Storia dello Studio

Lo Studio Legale Astolfi e Associati è stato fondato nel 1955, quando l’avvocato Antonio Astolfi, lasciato l’incarico di assistente di diritto internazionale presso l’Università di Pavia, decise di avviare l’attività professionale a Milano, coltivando l’originario interesse per il diritto commerciale internazionale.

Nel corso degli anni sessanta, l’attività intrapresa dall’avvocato Antonio Astolfi si è ulteriormente arricchita, attraverso il forte interesse e specializzazione maturati per il diritto farmaceutico e sanitario.

All’attività forense l’avvocato Antonio Astolfi ha da sempre affiancato l’approfondimento scientifico che lo portò a fondare nel 1962, la rivista “Diritto comunitario e degli scambi internazionali” e poi, nel 1970  la rivista “Rassegna di diritto farmaceutico”, giunta oggi alla cinquantesima edizione.

Nella sua nuova veste di “Rassegna di diritto farmaceutico e della salute”, la Rivista ha progressivamente ampliato la sua attenzione verso i temi afferenti, in senso lato, la tutela della salute e viene considerata, nel settore, una fonte precisa e affidabile di informazione giuridica e scientifica.

Con l’ingresso in studio del figlio del fondatore, Andrea Astolfi, avvocato e professore di diritto commerciale presso l’Università di Pavia, nel 1975, e, successivamente di Sonia Selletti, avvocato con pregressa esperienza come responsabile legale di un’azienda farmaceutica, si è rafforzata la specializzazione nel settore del diritto farmaceutico e della salute, oggi comunemente definito Life science.

Lo Studio ha dunque assunto l’attuale denominazione di Studio Legale Astolfi e Associati; uno Studio che, negli anni, si è sviluppato ed arricchito grazie all’attività dei propri professionisti, ai rapporti in essere con molti altri colleghi nelle maggiori città italiane ed alle relazioni internazionali avviate e consolidate, che consentono di seguire le esigenze dei clienti sia italiani sia stranieri.